Follow by Email

venerdì 18 maggio 2012

Varie di servizio sociale e legislazione sociale


Storia della contraccezione, di Carlo Flamigni, 

Baldini Castoldi Dalai editore



Il controllo delle nascite e il desiderio di maternità.
Notizie di Carlo Flamigni, medico: http://www.carloflamigni.it

POVERI PADRI: La prima inchiesta a tutto campo sul dramma dei padri separati di Carlotta Zavattiero, 

Casa editrice Ponte Alle Grazie

                                               http://www.ponteallegrazie.it/scheda-autore.asp?editore=Ponte%20alle%20Grazie&idautore=4117
                                               http://it-it.facebook.com/people/Carlotta-Zavattiero/1191267401
                                               http://festalibroebraico.wordpress.com/2011/04/26/gli-ospiti-carlotta-zavattiero/


la Manovra Finanziaria varata dal Governo Monti alla fine del 2011 (Legge 214/11) prevede la revisione dei criteri di calcolo dell’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) e degli àmbiti di applicazione di questo strumento.
Si tratta di un intervento normativo che interessa milioni di famiglie italiane e che può condizionarne l’accesso a servizi, prestazioni sociali e agevolazioni di varia natura.
 In tal senso la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap - http://www.fishonlus.it/) è stata convocata dal sottosegretario al Lavoro e alle Politiche Sociali Maria Cecilia Guerra, per una prima consultazione sulla bozza di Decreto sull’ISEE, su cui sono in corso le stesure preliminari.
Guerra ha presentato le linee essenziali di intervento che riguarderanno principalmente i criteri di calcolo dell’ISEE, mentre verrebbe rinviata a un atto successivo l’indicazione delle prestazioni sulle quali l’Indicatore dovrebbe applicarsi.
Il nuovo Decreto prenderà consistenza attorno alle indicazioni normative, vale a dire: ridefinizione dei redditi da computare, maggiore peso della componente patrimoniale, ma anche compensazioni che consentano una maggiore equità e selettività dello strumento.
Dal canto suo la delegazione della FISH ha ribadito la raccomandazione di non considerare “redditi” ai fini dell’ISEE le provvidenze assistenziali, quali – ad esempio – le pensioni e le indennità per gli invalidi civili, e di escluderne, comunque, l’applicazione per le prestazioni legate alla grave disabilità e ai percorsi di autonomia personale.
Anche l’impianto delle eventuali deduzioni forfettarie e per spese significative sostenute dovrà essere attentamente analizzato, per evitare che le famiglie con persone con disabilità siano trattate meno favorevolmente degli altri nuclei familiari.
Più in generale la FISH ha sottolineato come questo intervento normativo abbia senso ed efficacia solo dopo una preliminare definizione dei Livelli Essenziali dell’Assistenza (LEA), anche per evitare che si verifichino gravi disparitàdi trattamento nelle varie Regioni e nei singoli Comuni.
Sulla mappa del sito FISH, guardare verso il fondo, le Azioni e si trovano gli articoli in cui si spiega cosa stanno facendo in proposito della nuova Isee.

IL PAESE DI POLLICINO

di Daniela Del Boca 17.05.2012
Il nostro paese è ai primi posti della classifica europea sul rischio povertà minorile. Una situazione certo peggiorata dalla crisi economica, ma frutto soprattutto di politiche carenti e frammentarie, molto lontane da quelle degli altri paesi europei. Un piano strategico di contrasto alla povertà minorile richiederebbe un progressivo adeguamento delle risorse destinate all'infanzia dall'attuale 1,3 per cento del Pil al 2 per cento entro il 2020. Non andrebbe considerata una spesa che crea debito, ma un investimento sul capitale umano e sullo sviluppo e la crescita dell'Italia.


ADOZIONI INTERNAZIONALI, UNA FORMA DI COOPERAZIONE

di Attilio Gugiatti 05.03.2012
Positiva la nomina del ministro per la Cooperazione a presidente della Commissione adozioni internazionali. L'istituto è un tassello importante di una politica estera orientata allo sviluppo di relazioni di cooperazione con i diversi paesi. Va perciò rafforzato il sostegno delle rappresentanze italiane all'estero a favore degli enti autorizzati, che spesso sono impegnati anche in iniziative di solidarietà destinate all'infanzia e all'adolescenza. Per i genitori adottivi il percorso è caratterizzato da ostacoli burocratici e normativi. E da costi crescenti.


Le performance degli ospedali in Emilia Romagna, Toscana e Lazio

Analisi del Programma nazionale esiti di Agenas e ministero della Salute



L’altra faccia della luna: operatori sociali e ricerca, da Newsletter SOS del 16.5.12

Enrico Capo, assistente sociale, Professore di metodologia della ricerca sociale sia presso la Lumsa che presso l'Univerisità Cattolica di Roma, è l'Autore

                            http://www.youtube.com/watch?v=OFGuurvu40g



Nessun commento:

Posta un commento